Menu Principale

Contenuto alternativo flash

Per visualizzare questo Flash hai bisogno del Javascript sul vostro browser e la versione aggiornata del player flash.

Login Form

L’ORIENTEERING DI SCENA A SERRA SAN BRUNO

Per un giorno i boschi nei dintorni della Certosa di Serra san Bruno si sono trasformati in una “Palestra Verde” invasa da quasi 500 studenti che si sono cimentati con gioia e curiosità in giochi e percorsi di “orientamento”. L’occasione è stata la manifestazione organizzata il 13 ottobre dal CONI Point di Vibo Valentia e dalla FISO (Federazione Sport di Orientamento) al fine di promuovere e divulgare questo nuovo sport ormai diffuso in Italia ma, purtroppo, ancora poco noto nella nostra realtà territoriale: l’ORIENTEERING, sport dei boschi che allena il corpo e la mente. Praticato prevalentemente in ambiente naturale, consiste in una gara di orientamento muniti di mappa sulla quale gli atleti trovano un percorso da eseguire nel minor tempo possibile; oltre quello fisico richiede un impegno intellettivo che lo rende uno sport alla portata di tutti, anche dei meno prestanti dal punto vista fisico. Favorisce, inoltre, lo sviluppo della sensibilità necessaria per un corretto rapporto con l’ambiente.
La scelta di Serra S. Bruno, uno dei centri più popolosi della provincia vibonese con una cultura dello sport diffusa e con un territorio ricco di boschi, luoghi ideali per l'ambientazione e sviluppo futuro di questo bellissimo sport, è stata ampiamente giustificata dalla grande partecipazione e dallo scenario in cui si sono svolte le attività.
Questo è l’elenco delle istituzioni scolastiche che hanno aderito e partecipato all’evento: Istituto Comprensivo Statale "A. Tedeschi" di Serra San Bruno, Istituto Comprensivo Statale di Fabrizia, Istituto Comprensivo Statale di Vallelonga, Istituto di Istruzione Superiore "L. Einaudi" di Serra San Bruno, IPSEOA “E. Gagliardi” di Vibo Valentia, Istituto Omnicomprensivo Statale di Filadelfia e Istituto Omnicomprensivo di Nicotera con una rappresentativa di ragazzi della secondaria di secondo grado.
Sono stati proposti giochi di difficoltà adeguata ai diversi ordine di scuola dei partecipanti. I ragazzi delle classi quarte e quinte della scuola primaria hanno svolto in un’area circoscritta due semplici giochi propedeutici allo sviluppo della tecnica orientista e cioè “mini-orienteering” a sequenza obbligata e un “gioco-orienteering” a sequenza libera. Per gli allievi della scuola secondaria di primo e secondo grado sono state realizzate due mappe di differente difficoltà e predisposti due veri percorsi a sequenza obbligata di distanza rispettivamente 1500 e 2000 metri, molto apprezzati anche dai diversi docenti che hanno voluto cimentarsi insieme ai propri alunni.
L’evento, il primo di una serie itinerante previsti dal progetto “L’orienteering per conoscere il territorio” proposto dal prof. Vinci Salvatore nella duplice veste di Coordinatore dello Staff Tecnico del CONI Point di Vibo Valentia e di Delegato Provinciale della Federazione Italiana Sport Orientamento (FISO), ha l’obiettivo specifico di suscitare la curiosità dei ragazzi verso questo nuovo sport affinché possa diventare una consuetudine e uno stimolo per una vita sana all'aria aperta e a contatto della natura.
Si ringraziano i Dirigenti e i Docenti delle Istituzioni Scolastiche che hanno aderito, Bruno Battaglia Delegato del CONI di Vibo Valentia, la Protezione Civile, le Guardie di “Fare Ambiente”, il Sindaco di Serra San Bruno e tutti coloro che ne hanno reso possibile la realizzazione, dando appuntamento alla prossima edizione di primavera 2018. 
Salvin