Menu Principale

Camp. Studenteschi

SWFobject

Contenuto alternativo flash

Per visualizzare questo Flash hai bisogno del Javascript sul vostro browser e la versione aggiornata del player flash.

Login Form

L’integrazione scolastica degli alunni disabili e degli alunni stranieri: normativa di riferimento

   Il diritto allo studio è un diritto soggettivo che trova il suo fondamento nell’art. 34 della Costituzione, nel quale si afferma che “la scuola è aperta a tutti” e si sottolinea il diritto dei capaci e dei meritevoli, anche se privi dei mezzi adeguati, di raggiungere i più alti livelli nello studio. Inoltre, per assicurare a tutti l’uguaglianza dei punti di partenza, nell’art. 3, si afferma che compito della Repubblica è quello di rimuovere qualsiasi ostacolo “di ordine economico e sociale” che possa impedire il “pieno sviluppo della persona umana”.
Alla luce di quanto affermato, sono state emanate, negli anni, diverse norme a sostegno del diritto allo studio per alunni disabili e stranieri.

Leggi tutto...

Uno spot per la Salute

Introduzione

Sfogliando i giornali o guardando la televisione non possiamo non accorgerci che molte campagne pubblicitarie governative sottolineano l'importanza di stili di vita più salutari che vadano a contrastare l'insorgenza di malattie cosiddette del benessere. Purtroppo, i destinatari principali di tali campagne, i giovani, sono proprio coloro che leggono meno i giornali e preferiscono altri canali di intrattenimento ed informazione. Come fare, allora, per attirare il loro interesse e favorirne la partecipazione attiva in un processo di responsabilizzazione e maggiore cura di sé?

Leggi tutto...

Istruzione e modernità

 I cambiamenti antropologici e sociali che attraversano i nostri tempi hanno reso obsoleti i modelli simbolici tradizionali e condivisi che hanno orientato la società fino a pochi decenni fa; si tratta, sostanzialmente, di una “crisi di senso” che ha trovato impreparata la società nella sua capacità di interpretazione dei codici culturali di significazione.
Il pensiero sociologico si è ampiamente occupato di questo fenomeno che accompagna la contemporaneità indicandone le cause nell’eccessiva differenziazione dei sistemi sociali e produttivi che hanno dissolto riferimenti universali della vita collettiva (Luhmann, De Giorgi, 1992) o, secondo il pensiero cattolico, nel progressivo degrado dei valori etici che hanno guidato la società fino a pochi anni fa, con la conseguente incapacità di progettare un’azione sociale improntata a criteri di universalità e solidarietà (Donati, 1997).

Leggi tutto...

Inclusione a scuola e … sul campo

   Le ricerche e gli studi, condotti negli ultimi anni, hanno messo in evidenza che una parte della popolazione scolastica presenta problemi di apprendimento, i quali influiscono notevolmente sul rendimento nelle diverse discipline e portano, nella maggior parte dei casi, a situazioni di disadattamento. Le difficoltà ad apprendere possono essere dovute a fattori ambientali e/o esterni allo studente (arretratezza culturale, scarsa stimolazione, assenze frequenti, difficoltà linguistiche, degrado sociale) oppure a fattori individuali (scarso funzionamento di capacità specifiche come linguaggio, lettura, memoria, attenzione, deficit visivi, uditivi, insufficienza mentale).

Leggi tutto...

Il “blended learning”

L’uso di facebook nell’insegnamento dell’Educazione Fisica
L’avvento dei media digitali ha favorito un’evoluzione rapidissima dei linguaggi dei giovani cambiando di fatto scimmiele modalità attraverso cui si avvicinano all’informazione e ai rapporti sociali. La scuola vive questo mutamento con le difficoltà degli insegnanti a stare al passo con il cambiamento e, nello stesso tempo, riscontrando frequentemente l’inadeguatezza dei modelli tradizionali d’apprendimento, sempre meno attraenti per gli studenti. L’e-learning, in questo panorama, può essere utile ai docenti per ricostruire un dialogo formativo basato sul nuovo linguaggio e sulla nuova cultura giovanile. Ma cos’è l’e-learning?

Leggi tutto...